• Italiano
  • English
Telefono: 0524.930015

Fondata dai Romani nel 218 a.C. lungo il corso del Po come baluardo di difesa dai Galli, è conosciuta come la città delle 3 T: il torrone, che qui si produce fin dal XV secolo, il Torrazzo, ovvero il campanile alto 112 che domina la città e ne è il simbolo. La terza T ha a che fare con la presunta prosperosità delle sue donne, ma vi invitiamo a scoprire da soli se è verità o leggenda… Cremona è anche la patria dei più famosi liutai del mondo: Stradivari, Amati e Guarnieri. La centralissima Piazza del Comune, d’impianto Medievale è una delle più suggestive d’Italia; ma anche il parco che si estende lungo le rive del Po, luogo ideale per passeggiate e picnic a due passi dalla città, merita una visita. Per info: http://turismo.comune.cremona.it/

 

Da non perdere:

Torrazzo Cremona Il Torrazzo. È il terzo campanile in mattoni più alto del mondo, costruito a partire dal 1267. Se avrete il coraggio di affrontare i 502 scalini che portano fin sulla cima sarete ripagati da una splendida vista che abbraccia tutta la città e le campagne circostanti fino al Po. A metà strada, per riprendere fiato, potete scoprire come funziona il complesso orologio astronomico che adorna la torre dalla fine del ‘500, misurando fasi lunari e segni zodiacali.

 

 

Cremona Duomo & Battistero. Costruito nel punto più alto della città medievale, il Duomo è una commistione di stile romanico e gotico e ospita opere scultoree e pittoriche di notevole interesse, al punto che venne chiamato la “Cappella Sistina della Pianura Padana”. Gli affreschi della navata centrale sono opera di Boccaccino (1466-1525), affiancato da vari artisti tra i quali Altobello Melone (1490/91-1547). Altri artisti che lavorarono nella Cattedrale furono il Romanino (1484-1566) e il Pordenone (1484-1539).
Al centro del vicino Battistero, a pianta ottagonale, è custodito non un fonte battesimale, bensì una cisterna cinquecentesca in cui veniva conservata l’acqua benedetta la notte di Pasqua e distribuita durante il corso dell’anno a tutte le parrocchie.
Per info: http://www.cattedraledicremona.it/

 

Auditorium_Museo-del-Violino_1 Il Museo del Violino. Cremona è la capitale mondiale della liuteria e, ovviamente, ha dedicato un museo a quest’arte, ai suoi maestri e ai suoi capolavori. Il museo, aperto nel 2013, unisce preziose testimonianze del passato a un modernissimo allestimento, che culmina nelle forme sinuose dell’auditorium Giovanni Arvedi, realizzato dagli architetti Palù e Bianchi con l’aiuto dell’ingegnere giapponese Yasuhisa Toyota. Per info: http://www.museodelviolino.org).

 

 

torrone Il torrone. Cremona è famosa anche per il suo dolce tipico, il torrone, realizzato con albume, miele, zucchero e mandorle o altra frutta secca. La leggenda narra che fu inventato per le nozze tra Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza, nel 1441. In realtà, ricette simili esistevano fin dal tempo dei Romani in Italia e in Europa, provenienti forse dall’Oriente. Certo è che a Cremona il torrone si produce ininterrottamente fin dal Cinquecento in piccole botteghe artigianali o in grandi fabbriche famose in tutto il mondo. Al torrone è dedicata anche una festa che si celebra a metà novembre. Per info: http://www.festadeltorronecremona.it/